Lettera a Papa Francesco @Pontifex_it

Santità e Carissimo Santo Padre,
con l’avvicinarsi delle feste natalizie e soprattutto con l’inizio del nuovo anno, abbiamo sentito il desiderio di comunicare con Lei.
Siamo una giovane ma attivissima Associazione che si occupa di agricoltura ed allevamento, il nostro nome è “Insieme per la Terra”.
Siamo uomini e donne che credono ancora nel “coltivare e custodire la terra: con tutta quella attenzione, passione e dedizione” che solo chi crede ancora in valori antichi ma allo stesso moderni, può permettersi di ripetere che “non c’è vita buona senza il cibo che essa produce”.
Abbiamo utilizzato le Sue parole perchè le sentiamo nostre, sentiamo il Suo modo di esserci vicini, e Le siamo riconoscenti quando mette in evidenza la nostra opera, al fine di riconoscerla e valorizzarla anche con scelte mirate sia di tipo politico che economico.
La nostra è un’associazione senza scopo di lucro. Abbiamo deciso di fondarla spinti dal desiderio di aiutare tutte quelle persone che non hanno voce o che, attraverso associazioni di categoria politicizzate, pensano di averla.
Abbiamo all’interno agricoltori, allevatori, impiegati, piccoli imprenditori o imprenditrici o semplici mamme.
Tutti abbiamo a cuore la nostra terra e i frutti che essa produce. Abbiamo il desiderio che i nostri figli, i nostri nipoti e noi stessi possiamo vivere e godere di quello che la nostra terra ci dona. Ma qual’è il prezzo da pagare? Negli ultimi anni il nostro sistema economico ha avuto un crollo ed il settore primario ha subito danni incalcolabili.
Gli uomini e le donne che non si sono mai risparmiati, che si alzano ancor prima che spunti l’alba per recarsi nelle loro stalle, alle loro strumentazioni meccaniche hanno perso la loro dignità… ed in molti casi, non solo quella. Le loro aziende sono state ingoiate da una serie di eventi che li ha trasformati nel nulla. Il loro prodotto unico e sano ha perso di importanza, di valore. Ma come si fa a pensare ad un paese che non riconosce e valorizza il lavoro dell’uomo? Come si fa a continuare in questa precarietà? Come si fa a pensare che il prezzo di un vitello possa essere di 40 euro? O che un litro di latte possa essere comprato dal produttore a 36 centesimi?
Noi di Insieme per la Terra viviamo queste realtà in prima persona e subiamo purtroppo le scelte di persone che decidono per noi senza cognizione di causa.
Ma sa dove è la nostra forza Santo Padre? Noi abbiamo ancora la passione! Noi ci mettiamo ancora tutto l’impegno, perchè noi ci crediamo!
Ed ora, augurandoLe un Buon Natale e Felice 2016, Le diciamo che noi… preghiamo per te, Francesco. 

@Pontifex_it

Anna Senes
Vice Presidente 
Insieme per la Terra

Pubblicità

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi