L’atroce punizione è avvenuta a Saletta una frazione di Amatrice . Un pastore il padrone del cane, ha voluto punire la povera bestiola perché preferiva giocare con i cani della protezione civile piuttosto che dargli retta.

Quindi lo ha legato ad una corda e lo ha trascinato per oltre un chilometro. La scena è stata vista dalle forze dell’ordine presenti sul territorio dopo il terremoto: Guardia di Finanza, del Corpo Forestale, della Protezione Civile e dalla Polizia Locale di Milano. Il pastore, vistosi inseguito, ha pure accelerato ma è stato costretto a fermarsi.

Il cane era ancora in vita, ed è stato subito visitato da un veterinario che ha riscontrato difficoltà respiratorie, polpastrelli gravemente danneggiati e sanguinanti e ipotermia per cui è stato subito scaldato con un telo termico.

L’uomo, è un pastore conosciuto nella zona che ha già inflitto patimenti del genere ad altri animali che ha avuto. Per lui è scatta la denuncia per maltrattamento di animali e sarò sottoposto ad altri controlli da parte del Corpo Forestale.

Adesso il povero animale, un giovane cane da pastore di taglia grande è in affido al responsabile Oipa presente sul posto e temporaneamente sarà trasferito presso il canile sanitario di Rieti. Nei prossimi giorni sarà predisposto il trasferimento presso uno stallo.

www.notizienazionali.net

Pubblicità

Condividi su