Quando la PAC va sui conti correnti di soggetti estranei, non degli agricoltori

Sarebbe il caso di dire che la “carne è debole”, anzi noi diremo che è “debolissima”. A cosa mi sto riferendo? Al caso PAC in Regione Veneto. Iniziamo con ordine.
AVEPA, l’Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura, ha chiesto di allegare copia dell’estratto conto del conto corrente degli agricoltori al fascicolo aziendale; questa necessità è nata perchè le coordinate IBAN indicate in pratica non corrispondevano con quelle dei produttori.
Di chi saranno mai queste coordinate bancarie “estranee”? Considerando che le pratiche vengono realizzare negli uffici delle sindacali, a cosa saranno dovute tutte queste “sviste”? A un colpo di sole, a casi di miopia o a fenomeni paranormali?
L’unica certezza è che qualche tasca di agricoltori veneti è rimasta vuota, mentre altre tasche si sono illecitamente riempite.

Dr. Nicola Gozzoli
Presidente Insieme per la Terra

Pubblicità

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi