Il Ministero Martina convoca, gli Assessori disertano

A dare la notizia sulla nuova tempesta politica in agricoltura è l’Ufficio Stampa dell’Assessore lombardo Fava che racconta i retroscena della conferenza Stato-Regioni svoltasi poche ore fa.

(Milano, 25 novembre) “Alle promesse del ministro Martina e alla banda del governo ormai non crede più nessuno. Non sono l’unico che si è stancato di farsi prendere in giro con annunci finalizzati solo a finire sul giornale”.
Così l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, commenta il fatto che oggi alla Commissione Politiche Agricole nell’ambito della Conferenza delle Regioni fossero presenti solamente sette assessori regionali. L’assessore Fava, come aveva già anticipato questa mattina, ha preferito “rimanere accanto agli allevatori e al mondo produttivo, partecipando all’assemblea del consorzio del Parmigiano-Reggiano, in una fase delicata per le Dop e il comparto lattiero caseario”.
“Ho disertato la Conferenza delle Regioni – ha commentato l’assessore lombardo – ma evidentemente anche molti altri non prendono più in seria considerazione le promesse di questo ministro, a prescindere dall’appartenenza politica”.
“Mi piacerebbe sapere dagli starnazzanti e inutili portavoce parlamentari, sempre in prima fila a fare le badanti a difesa del ministro Martina – conclude Fava – come mai anche altri 10 assessori di giunte di sinistra non abbiano ritenuto fosse importante partecipare all’ennesimo inutile incontro al ministero. Forse perché hanno capito, al di là dell’appartenenza di bandiera, che a Roma le uniche proposte sono campate in aria e i risultati sono una chimera”.

Viene spontaneo porsi una domanda: Esiste una programmazione agricola nazionale o le riunioni in agenda rappresentano una passerella di proclami senza reali contenuti?

Dr. Nicola Gozzoli
Presidente Insieme per la Terra

Pubblicità

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi