Lettera aperta a Nazareno Strampelli

Ciao Nazareno, essendo scomparso da parecchi anni di certo non mi potrai rispondere ma, ne sono sicuro, potrai ascoltarmi. Forse sarò irriverente ma ho deciso di darti del tu.
Quando ho letto per la prima volta la tua storia sono sinceramente rimasto sconcertato perché non pensavo che l’altruismo, il senso della famiglia, l’umanità ed il senso dello Stato potessero ancora esistere.
Tra le tante cose che mi hanno colpito c’è sicuramente il non aver mai voluto il deposito di alcun brevetto sulle tue ricerche perché hai avuto come obiettivo solo quello di portare pane sulle tavole delle famiglie italiane. Oggi le multinazionali sementiere seguono sicuramente la strada opposta che hai percorso nella tua attività.
La ricerca non ha colore politico, la ricerca non può essere tirata per la giacchetta. La ricerca è un lavoro che richiede curiosità, costanza, voglia di rimboccarsi le maniche, studio, umiltà, umanità, voglia di mettersi in discussione per crescere.
I tuoi campi coltivati con i tuoi grani sono sicuramente stati il più bel dono che l’umanità potesse avere; eppure troppe persone ti hanno dimenticato. Non sarà il nostro caso. Forse saremo una goccia nel mare ma abbiamo voluto costruire e dedicarti il nostro premio.
Faremo l’impossibile per guadagnarci la tua fiducia. Grazie Nazareno

Dr. Nicola Gozzoli
Presidente Insieme per la Terra

Pubblicità

Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi