Xylella fastidiosa: Ecco perchè la politica vuole l’eradicazione, per far posto al TAP

Quasi ingenuamente, ma nemmeno troppo, tutti pensavamo che sta Xylella fastidiosa fosse davvero una malattia delle piante nata chissà perché e che arrivasse chissà da dove… 

Un proverbio antico recita “a pensar male si fa peccato, ma difficilmente ci si sbaglia” e difatti, ecco che ti spunta la gabola bella fresca e confezionata: casualmente (ma proprio casualmente) proprio da quel punto dove la Xylella ha colpito più duramente cosa ci dovrà passare? IL TAP!

Non siamo solo noi a dirlo, oltre al filmato qui sopra, c’è anche una inchiesta su Repubblica che spiega perfettamente tutto ciò che “sembra” girare attorno all’affare miliardario del TAP, con interessi molteplici per molte aziende di grosso calibro, aziende multinazionali che con il loro verbo possono smuovere montagne e spianare vallate, come in questo caso.

Delle volte s’è sconcertati dalla incredibile leggerezza con il quale si fanno certi conti e certi progetti, chi se ne frega se si distrugge uno dei principali settori economici della zona, possibile davvero che l’egoismo è tale da non voler cercare un altro posto dove far passare questi gasdotti? Davvero non esiste un altro modo senza fare un scempio simile?

Davvero è stato necessario far uscire da qualche laboratorio segreto, una malattia così incredibilmente efferata per far ricadere la colpa sulla “natura che fa il suo corso” e far uscire pulite multinazionali e politici?

Ci si domanda sempre fino a che punto l’uomo è in grado di arrivare, a questo punto, permettetemi, ho paura di scoprirlo.

Mauro Cappuccio
Segretario Generale
Insieme per la Terra

Pubblicità

Informazioni su Mauro Cappuccio

Segretario Generale Insieme per la Terra
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi