#Naturopatia con Francesca: I fiori di #Bach Amici per la #vita

Ad ognuno il suo bouquet di fiori!

Siamo soggetti unici, inconfondibili..ed altrettanto personali sono le nostre emozioni e le nostre reazioni.
E’ proprio cosi: se osservassimo la reazione di più persone ad uno stesso evento scopriremmo risposte emotive inevitabilmente uniche, è facile capire perché a Laura si possa consigliare il fiore Mimulus, a Stefano il fiore Vervain e a Sofia una sinergia dei fiori White Chestnut, Agrimony e Clematis.
Ognuno tra noi é unico: il suo mondo, il suo contesto, il suo carattere, le sue emozioni, la sua vita, il suo patrimonio fisiologico e psico-emotivo.
Nonostante le risposte agli eventi siano biologicamente ed inconsciamente le stesse, le risposte caratteriali sono invece assolutamente uniche perché rispecchiano la personalità di ognuno di noi.

La versatilità dei Fiori di Bach
cosa son i Fiori di Bach? Se conosci la Floriterapia come un rimedio emotivo “soft” ,  “qualcosa per l’ ansia”.. “qualcosa per la tristezza”.. forse non conosci bene i 38 rimedi floreali…

Bene! hai un mondo davanti a te tutto da scoprire!
C’è il fiore per la stanchezza, il fiore per la paura, quello per il coraggio, quello per
l’ intolleranza… ti accorgi quasi subito come puoi sentirti assumendo ad esempio Rescue Remedy e la tua amica scoprirà da sé come si sentirà assumendo Water Violet..
La verità e’ che ad ogni personalità corrisponde un Fiore, ad ogni situazione anche, ad ogni necessità pure, quindi non e’ coretto dire che un Fiore aiuterà tutti noi allo stesso modo e suscitando le medesime risposte, ognuno di noi ha il suo bouquet di fiori.

I Fior di Bach sono essenze di fiori che interagiscono con le emozioni e gli stati d’animo, aiutandoci a stare meglio nei momenti in cui abbiamo bisogno di sostegno o di conforto, può essere paura, tensione, rabbia, continue preoccupazioni, ma anche difetto di autostima, eccessivo servilismo…
… ad ognuno il suo bouquet!

I fiori dei grandi traumi
Che fare quando ti mancano le forze per andare avanti? quando proprio non riesci a sapere che fare e non trovi il coraggio né la motivazione per andare avanti? Quando ti senti addosso il peso opprimente di un trauma, di un problema e ti senti in un vicolo cieco? Ci sono dei rimedi che in queste occasioni possono spronarti, farti riscoprire la luce, riacquistare la fiducia in te stesso e cambiare il punto di vista in tutto ciò che stai vivendo. Ma che fare quando non sei solo tu ad avere bisogno di Bach ma qualcuno al tuo fianco? Innanzitutto i Fiori vanno assunti contemporaneamente dalle persone vicine in stretta relazione: partner, familiari, amici cari.

In questo modo non solo ne beneficerà chi in prima persona sta vivendo un lutto, una grave malattia, una situazione particolarmente dolorosa ma anche tu che sei di supporto e di compagnia, poiché la situazione verrà condivisa, accompagnata, il dolore convissuto e per questo dimezzato.

Inoltre in questo modo aiuterai ad armonizzare la situazione e condividendo il trauma  sarete in grado di poter cambiare, di migliorare nei sentimenti e nelle situazioni perché tutto varierà insieme a voi come in un unico disegno.

Quali fiori ci danno la forza?
Ovviamente ogni situazione dolorosa andrebbe affrontata con le opportune attenzioni, ma di norma possono arrivare in soccorso:

Rescue Remedy, il pronto soccorso nel momento d’ emergenza, quando necessiti un aiuto urgente, nei momenti di crisi, quando ricevi cattive notizie o un brutto spavento..
Sweet Chestnut, per il senso di disperazione e di abbandono, quando ti senti estremamente angosciato..
Larch, che ti ridona la fiducia nelle tue capacità, crea autostima e riattiva l’iniziativa e poi Star of Bethlehem e Rock Rose per il trauma (sia fisico che emotivo, perché tutto lascia un segno nell’anima) per lo shock e lo stress acuto, se ti senti in panico, o nel terrore di eventi ineluttabili, se hai una paura improvvisa
Gorse, per ritrovare la fiducia ed il coraggio, la speranza e per credere di poter trovare una soluzione e di potercela fare
Walnut, perché ogni dolore porta in te inevitabilmente un cambiamento, paura e preoccupazione facendoti sentire alla mercé delle influenze esterne
Red Chestnut, affinchè, affiancando la persona a te cara, te ne possa occupare senza paure o invadenza, ma con compassione e amore. Emanerai così energie positive, calma interiore mediante cui riuscirai a gestire la quotidianità e donare forza alle persona vicina.

Come assumerli?
Senza limite, di norma, e nel modo più naturale possibile, ogni volta che ne senti il bisogno, per almeno 4 volte al giorno, per tutto il tempo utile.

Puoi richiederli in farmacia o in erboristeria dove un esperto floriterapeuta comporrà la sinergia di fiori al momento per te.

E poi che fare?
In realtà può capitare che, dopo averli assunti, mentre già inizi a sentirti meglio e con la consapevolezza che qualcosa sta cambiando, a volte tu ti possa scordare di prenderli.. sono i fiori che ti chiameranno e se ti scordi di prenderli spesso è perché  non ne senti – e non ne hai- il bisogno, hanno agito con l’ effetto desiderato!

Perché non continuare quindi con un consulto floriterapico? così potrai sfogliare tutti gli strati emotivi, toglierti quelli di troppo che ti sentiamo addosso e tutte le sensazioni che ti appesantiscono e scovare quindi quelli più profondi su cui lavorare che davvero ti possono portare alla serenità.

Francesca Perego
Naturopata Insieme per la Terra

Pubblicità

Informazioni su Mauro Cappuccio

Segretario Generale
Insieme per la Terra

Taggato , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi