#Naturopatia con Francesca: La #cromoterapia per il nostro #benessere [Quarta parte]

Come utilizzare il colore. I modi principali di uso della terapia del colore

PARTE quarta… ed eccoci all’ultima parte in cui troveremo altre curiosità sui colori, come sfruttarli al meglio!

Oltre all’abbigliamento c’è di più….

  • Il bagno di luce verde, ad esempio viene usato per le terapie di rilassamento.  La scelta del tipo di radiazione da utilizzare nel bagno di colore deve tener conto della situazione generale entro la quale si manifesta la disarmonia.
  • L’irradiazione totale, una terapia globale (di terreno): attraverso apposite apparecchiature si irradiano contemporaneamente più zone cutanee, utilizzando luci di diverso colore.
  • L’irradiazione su zona specifica, in cui l’intervento è focalizzato sulla zona di disequilibrio energetico. E’ fondamentale individuare l’esatto problema per irradiare con luci appropriate (irradiazioni a livello degli occhi possono giovare allo stato emotivo)
  • Le irradiazioni secondo i punti di agopuntura: al posto degli aghi si utilizza la luce colorata.  Viene utilizzata per rinforzare l’energia mancante.
  • Solarizzazione dell’acqua.  L’acqua solarizzata si ottiene mettendola in contenitori di vetro perfettamente trasparenti, che vengono irradiati con luce colorata. L’acqua così trattata viene poi utilizzata per impacchi, gargarismi o come bevanda.

Concludendo: Nell’applicare i vari metodi, bisogna sempre tener presente che l’avversione o la forte attrazione per un colore è indice di una compensazione, in eccesso o in difetto, e quindi non deve essere ignorata.  L’uso del colore, oltre che a giovare in presenza di specifiche situazioni, come artrosi, dolori muscolari, problemi di insonnia, dermatologici, digestivi . . . applicato all’abbigliamento può dare una vera e propria svolta anche nel modo di vivere se stessi in ambito lavorativo.

Un altro modo di leggere i colori è attraverso i 7 Chakra Principali, a cui associamo un colore:

Rosso: e’ stato chiamato ”il grande attivatore energetico”, il” padre della vitalità”’ a causa del suo immenso effetto elementare sulla struttura fisica dell’uomo.
Il rosso ha potere calorifico: esso riscalda il sangue arterioso e quindi favorisce la circolazione.
Il rosso e’ molto ricco di raggi calorigeni; esso e’ alcalino, non elettrico, non astringente. Associato al primo Chakra, circa all’altezza del coccige.
I metalli che irradiano raggi rossi sono: ferro, rubidio, titanio, bismuto, zinco, rame (quest’ultimo irradia anche il suo colore complementare, il verde)

Arancione: ha un’azione risolvente delle funzioni organiche e mentali,mitigando le sensazioni di oppressione.
Questo colore combina l’energia fisica col discernimento mentale, favorendo la trasformazione fra il “Sè” inferiore e quello superiore.
L’arancio agisce inoltre beneficamente nei casi di deficienza mentale, e aiuta la mente ad aprirsi e a svilupparsi; esso viene perciò sovente chiamato ”IL RAGGIO DELLA SALVEZZA”.
Il suo impiego ci consente di curare il corpo fisico e in pari tempo d’inculcare nella mente la maniera di conservare la salute quando la si e’ raggiunta.
L’arancio e’ riscaldante, euforizzante, non elettrico, non astringente. Associato al secondo Chakra, 2/3 dita sotto l’ombelico.
I metalli che irradiano raggi arancio sono: selenio, ferro, calcio, nickel, zinco, (non consigliabile per usi curativi), rubidio, manganese.

Giallo: i suoi raggi emanano correnti positive e sono non astringenti; il loro effetto e’ alcalinizzante e tonifica i nervi. I raggi gialli hanno un potere vivacizzante, ispirando e stimolando efficacemente le facoltà superiori – le capacità i ragionamento -, facoltà che ne traggono un effetto notevolissimo.
Attraverso la luce colorata, il giallo facilita l’autocontrollo.
Associato al terzo Chakra, 2/3 dita sopra l’ombelico.
I Metalli che irradiano raggi gialli sono: bario, calcio, cromo, nickel, zinco, rame, stronzio, cadmio, cobalto, manganese, alluminio, titanio.

Verde: e’ il colore della natura, il colore delle forze equilibrate, il colore dell’evoluzione della mente e del corpo.
Il verde favorisce l’armonia in quanto ha un’influenza calmante sul sistema nervoso.
La filosofia indiana associa il verde della terra e sostiene che questo colore sviluppa le vibrazioni armoniche dei nostri pensieri e da’ pace ai nostri sensi.
Il desiderio di verdi prati e di alberi che si prova dopo un periodo trascorso fra i ciottoli grigi e i mattoni rossi delle città rappresenta l’istintivo anelito verso il colore tonicizzante della natura, che da’ calma e ristoro; il verde e’ il colore neutro rispetto al fulcro dello spettro solare, il punto equilibrante.
Il verde non e’ ne’ riscaldante ne’ astringente, non e’ ne’ acido ne’ alcalino.
Il verde mela rappresenta la radiazione della fratellanza, la vibrazione di movimenti impersonali, il denominatore comune della natura Associato al quarto Chakra, all’altezza del cuore.
I Metalli che irradiano raggi verdi : sodio, rame nickel, cromo, cobalto, alluminio, titanio..

Azzurro: ”Il raggio azzurro e’ uno dei più potenti antisettici del mondo” ; la sua luce e’ rinfrescante, elettrica, soporifera, astringente.
La luce azzurra, abbassa la febbre, cura le infiammazioni della gola e, qualora sia applicato nella maniera adeguata, a cose in apparenza inspiegabili.
Il raggio azzurro comporta tutti gli aspetti della Verità, e la scienza sottolinea questa caratteristica.
In apparenza presenta anche un aspetto negativo, nel senso di indurre a compiere ricerche miranti a realizzare vantaggi materiali, per esempio, nella produzione di nuova armi da guerra.
Inoltre ”sentire blu” (espressione inglese che significa ”essere di cattivo umore” (indica l’istintivo richiamo alla proprietà sedativa del raggio blu).
Noi diciamo anche ”azzurro come il cielo”, ”blu puro”, e di qualcuno, che ha il ”sangue blu”.
Si e’ detto che la verita’ puo’ vincere ogni cosa, ed e’ talvolta spietata, sebbene ciò sia più apparente che reale.
L’azzurro e’ usato integralmente soltanto in uno stato di perfezione. Associato al quinto Chakra, posizionato all’altezza della gola.
I Metalli che irradiano raggi azzurri sono: stagno, piombo, cobalto, rame, zinco, cadmio, manganese, alluminio, titanio.

Indaco: questo colore è un grande purificatore del sistema circolatorio fisico, è un potentissimo purificatore del sistema circolatorio fisico, è un potentissimo purificatore mentale, in quanto controlla le correnti psichiche dei nostri corpi più sottili.
L’indaco e’ una combinazione del profondo blu della devozione e del chiaro pensiero logico e delle tracce più tenui del rosso stabilizzatore.
E’ dunque un raggio che associa una grande potenza alla praticità; un colore mediante il quale trasformazioni radicali avvengono ad ogni livello del nostro essere.
L’indaco e’ elettrico, rinfrescante e astringente e può produrre anestesia locale e, occorrendo, totale.
Associato al sesto Chakra, tra le sopracciglia (terzo occhio).
I Metalli che irradiano raggi indaco sono: cromo, ferro, rame, stronzio, titanio.

Viola: Il violetto e’ il purificatore ideale, e il purificatore degli ideali.
La sua elevata frequenza di vibrazioni ha un effetto deprimente nelle turbe mentali, poichè queste menti non possono coglierne la sostanza.
Il violetto e’ stimolante delle qualità intuitive (o spirituali).
Aiuta l’ispirazione, infatti le grandi opere d’arte in musica, prosa, pittura, scultura, ecc., sono attribuite all’influenza del raggio violetto, lo stimolatore dei più alti ideali umani.
Il violetto nutre tutte quelle cellule della nostra mente superiore, la cui funzione e’ di estendere l’orizzonte della nostra conoscenza divina.
Leonardo da Vinci, uno dei più grandi ricercatori nella scienza dei colori, sosteneva che il nostro potere meditativo può essere decuplicato se la meditazione avviene sotto una luce violetta che cada dolcemente attraverso i vetri colorati di una tranquilla chiesa.
Tutti questi esempi confermano l’impulso spirituale che imprimono le alte frequenze del violetto.
Un noto sacerdote inglese afferma di ritenere che una delle ragioni della nostra insoddisfazione nervosa in questo mondo risiede nel riconoscere il fallimento della nostra vita religiosa, la mancanza di equilibrio che risiede nella nostra conoscenza interiore.
La meditazione con l’Ametista aiuta a raggiungere questa auto-realizzazione.
Associato al settimo ChaKra, sopra la testa (fontanella).
I Metalli  che irradiano raggi violetti: manganese, bario, alluminio, ferro, rubidio, calcio, cobalto, stronzio, titanio.
Elementi Chimici Cloruro d’argento, arsenico, ecc. Il miglior vetro da usare per il trattamento dei vari disturbi contiene manganese e cobalto.

I colori e le luci colorate hanno una grande influenza sulla vita di tutti gli esseri viventi. Tutto quanto ha un determinato colore e una vibrazione: le cose, le emozioni, i pensieri, gli stati d’animo ecc
Recenti scoperte hanno dimostrato grazie alla teoria dei biofotoni, che luce colorata a bassissima intensità viene emessa dalle cellule e costituisce un rapido mezzo di comunicazione infracellulare. E’ possibile misurare questa mini energia emessa al nostro interno e si nota che se le cellule sono in uno stato di salute emettono un certo colore, mentre se sono in uno stato di disequilibrio emettono su bande più scure. 
Visto che l’intero organismo (come tutto l’Universo) è vibrazione, energia elettromagnetica, allora se interferiamo mediante l’uso di luci colorate, abiti colorati, occhiali con lenti colorate ecc. possiamo  riportare l’equilibrio là dove è stato momentaneamente perso.

Francesca Perego
Naturopata Insieme per la Terra

Pubblicità

Informazioni su Mauro Cappuccio

Segretario Generale
Insieme per la Terra

Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi