#Naturopatia con Francesca – #Yoga e flessibilità

Relax per aiutare le nostre articolazioni

Il nostro apparato scheletrico o meglio osteoarticolare e muscolare è influenzato da tanti aspetti: le abitudini di una vita, l’età anagrafica, l’alimentazione, lo stato emotivo, il movimento (se ne facciamo)… insomma da tanti aspetti che giorno dopo giorno coltiviamo e che costituiscono il nostro stile di vita.

Certo è che con il passare del tempo tutto l’asse scheletrico subisce delle modifiche importanti e può diventare meno flessibile, soffrire di disturbi e acciacchi o patologie vere e proprie, vedi artrosi, osteoporosi etc…
Che fare quindi per prevenire e per lo meno limitare che l’insorgere dei disturbi sia precoce e doloroso?
Ad esempio possiamo considerare che il movimento in generale e l’attività fisica moderata e costante sono un valido aiuto per la buona salute delle nostre ossa.
Ma non solo! Muovere il corpo significa liberare la mente! Quindi dobbiamo muoverci per stare bene dentro e fuori.
Tra le proposte di movimento possiamo ricordare la pratica dello yoga, disciplina orientale millenaria ed ormai ben nota anche in occidente che unisce più aspetti del benessere: le sequenze delle Asana (posizioni) favoriscono flessibilità, scioltezza e tonicità a cui unire concentrazione, equilibrio per un benessere globale del corpo e della mente.
Anche internamente gli organi vengono sollecitati grazie alle torsioni ed ossigenazioni a cui si è sottoposti nella pratica, mentalmente lo yoga praticato costantemente aiuta alla serenità, lucidità mentale, calma e concentrazione.

Quando la colonna vertebrale è rigida, ad esempio, quando soffriamo di cervicalgia, quando sentiamo tutto il peso sulle spalle… possiamo valutare di intraprendere un percorso di yoga dolce, unendo la respirazione corretta al giusto movimento i muscoli si allentano, così come la tensione; tutto il corpo si armonizza al respiro e ritrova gradualmente la sua centratura alleggerendo i disturbi.
Se alleviamo i carichi sul corpo anche la mente sarà più libera e ricettiva, allo stesso tempo se sgomberiamo la mente dai pensieri pesanti ed aggrovigliati, anche il nostro corpo ne sentirà il beneficio.
Solitamente cambiare un solo ingrediente nel nostro stile di vita è già un ottimo inizio, ma non deve restare l’unico: per la flessibilità delle articolazioni e soprattutto come supporti naturali alle infiammazioni e dolori, possiamo citare la boswellia serrata, l’artiglio del diavolo, il metilsulfenilmetano (MSM), la papaina, la curcuma.

Esercizio semplicissimo che possiamo provare:
mettiamoci a terra a quattro zampe e proviamo la flessibilità della nostra schiena
Movimento 1: inspiro mentre inarco la schiena a “sella” e spingo la testa all’indietro.
Movimento 2: espiro mentre porto il mento attaccato allo sterno e formo una gobba respingendo più che posso il pavimento con polsi e braccia forti.
Ripetere almeno per 4/5 volte ciascun movimento in sequenza 1-2, vedremo come dopo poco la nostra schiena si sentirà leggera e sempre più morbida ai movimenti.
Ricordiamo che la schiena ci sostiene, così come tutto il nostro apparato muscolo-scheletrico, è davvero importante mantenerlo in forma!

Francesca Perego
Naturopata Insieme per la Terra

Pubblicità

Informazioni su Mauro Cappuccio

Segretario Generale
Insieme per la Terra

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi