I primi a danneggiare il settore primario italiano, possiamo dirlo, senza ombra di dubbio, sono proprio i nostri “amati” politici che nulla conoscono sulla vita in campagna o in mare.
Iniziamo con ordine.
Salvo proroghe dell’ultimo minuto, dal primo gennaio 2019 entrerà obbligatoriamente in vigore la fatturazione elettronica. Questo provvedimento targato PD è ovviamente appoggiato dalle Sindacali agricole, sempre propense a fare cassa sulla pelle dei propri associati, ma osteggiato dagli stessi agricoltori e dai pescatori.
Nicola Gozzoli, fondatore di Insieme per la Terra, ritiene questo provvedimento assolutamente “demenziale” tanto da consigliare “la sua immediata cancellazione” e “la formulazione di serie scuse da parte delle Sindacali e da parte del PD a tutti gli operatori del primario“.
Cerchiamo ora di snocciolare perché dell’insensatezza del provvedimento legislativo:
-la stragrande maggioranza dei agricoltori opera in regime IVA a forfait per cui questo provvedimento è assolutamente illogico;
-se l’età media degli agricoltori supera i 65 anni come può la politica pretendere che sia data per certa la predisposizione all’utilizzo dei mezzi informatici?
-se un agricoltore, un pescatore, non usa o non detiene un computer come può essere costretto a rivolgersi alle sindacali agricole con il conseguente pagamento di un altro balzello per il servizio richiesto? Per i Mod. 4 utilizzati dagli allevatori per il trasferimento degli animali, giusto per fare un esempio, le sindacali richiedono 10 euro a modello;
-un agricoltore, un allevatore, un pescatore, non possono essere costretti ad assumere, andando avanti di questo passo, una impiegata per seguire la montagna di burocrazia imposta dalla politica, ovviamente con il benestare delle sindacali.
A volte ho la sensazione che vogliano farci portare la burocrazia, intesa come carte da scrivere o compilare, perfino in stalla o in barca, praticamente follia allo stato puro!
Silenzio da parte delle Sindacali, forse troppo impegnate a calcolare quanto la procedura della fattura elettronica possa portare nelle proprie casse, con buona pace della decantata sburocratizzazione annunciata in pompa magna in TV. Alle bugie non riusciamo ad abituarci, e voi?

Mauro Cappuccio
Segretario Insieme per la Terra

Pubblicità

Condividi su