Una volta si diceva così.. ma vale ancora questa abitudine? Si… per essere bravi (e buoni) anche a Natale possiamo scegliere un menù buono e salutare!

Il pesce, che dovrebbe essere consumato almeno tre volte la settimana durante tutto l’anno, a Natale diventa il re delle feste.

Quindi quale tradizione migliore di consumare un piatto a base di pesce iniziando dalla Vigilia di Natale? La Vigilia inizialmente veniva intesa come un “giorno di magro”, in cui era vietato mangiare la carne, perché poi fatto poi nei giorni di festa si consuma(va)no molti intingoli e pietanze ricche ed elaborate a base di carne.
Con le moderne linee guida dell’equilibrata alimentazione è corretto mangiare il pesce almeno 3 volte a settimana per soddisfare il fabbisogno di specifici acidi grassi contenuti nei pesci e in particolare gli Omega 3.
Cosa mangiamo durante le feste di Natale? Non possiamo non festeggiare, assolutamente… ma neanche pensare che il periodo di Natale duri più di un mese.
Il consiglio quindi è, senza troppe rinunce, festeggiare nei giorni di Festa, mentre negli altri cercare di rientrare alla “normalità”, mangiando sempre nella quantità giusta soggettiva.
Alla base sta comunque una scelta consapevole, quindi possiamo anche compensare qualche eccesso a tavola uscendo per una camminata in più, sfruttando dei momenti di riposo dal lavoro e impegni scolastici per concederci del sano movimento.
A tavola preferire il pesce, primi e secondi soprattutto a base di salmone, sgombro, pesce azzurro (alici, sardine, ecc.), branzino, orata, anguilla che per altro, in alcune regioni italiane sono piatti tipici della Vigilia. E’ una buona cosa inoltre scegliere un condimento a base di oli monoseme quali lino, girasole che contengono ottime quantità di omega 3; troviamo grassi monoinsaturi importanti anche nell’olio d’oliva, protagonista della nostra tradizione mediterranea, oltre alla presenza di Vitamina E, consumare frutta secca, tra cui le noci che sono uno degli alimenti più ricchi di Omega 3.

Francesca Perego
Consulente in Nutrizione e Nutraceutica, Naturopata
Insieme per la Terra

Pubblicità

Condividi su