#Naturopatia con Francesca: Dall’#Oriente ‘LO ZENZERO’ dalle mille virtù salutari! #Zingiber officinale

Lo Zenzero è un energico stimolante della digestione, infatti viene particolarmente utilizzato in aggiunta a piatti di carne, poiché storicamente, conoscendone la forte attività antiossidante sui grassi e altri cibi, ne facilitava la digestione ed anche la conservazione.

Zenzero è il nome italiano dello Zingiber officinale, pianta erbacea perenne originaria dell’Asia orientale, dal profumo pungente e quasi piccante, viene usato in cucina come aromatizzante e soprattutto stimolante della digestione.

Anticamente lo Zenzero non era diffuso e lo si poteva trovare solo essiccato, oggi la sua coltivazione si è diffusa in molti paesi caldi tropicali, il maggior produttore resta l’India, e possiamo trovarlo con la cuticola esterna, chiamato Zenzero grigio, oppure il rizoma viene decorticato e commercializzato come Zenzero bianco.

Un ottimo tonico per la nostra digestione: per lo stesso motivo e poiché tonifica tutto l’apparato digerente si è dimostrato efficace anche in caso di gastrite e ulcera, oppure mal di testa, a  maggior ragione se causata da digestione difficile.
Viene infatti per lo più utilizzato contro la dispepsia: ovvero nei casi di inappetenza o di digestione lenta e laboriosa, flatulenza, meteorismo e gonfiore intestinale; si è dimostrato efficace anche contro il mal d’auto, la nausea e il vomito in gravidanza, in generale è un ottimo antiemetico.
Questa pianta agisce alleviando i sintomi dell’infiammazione della mucosa gastrica e prevenendo la formazione di ulcere, studi recenti conferiscono a questa radice proprietà antitumorali; esso infatti avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon retto.

Le sue proprietà antinfiammatorie vengono sfruttate anche per preparare colliri che hanno una grande azione decongestionante, in casi di infiammazione oculare, allergia, gonfiore delle palpebre, o semplicemente per lavaggi oculari rinfrescanti e igienizzanti.

Utilizzato per applicazioni esterne lo Zenzero ha una leggera azione revulsiva, ovvero stimola la circolazione e sfiamma se applicato sulla cute, viene sfruttato per fare applicazioni contro i reumatismi, nei dolori dentali o contro le punture da zanzare.

Usalo anche in caso di raffreddore, tosse o mal di gola, sotto forma di tisane!

Si può assumere con comode capsule vegetali prima di un viaggio ad esempio, o possiamo prepararci da noi un bicchiere di acqua tiepido in cui sciogliamo un cucchiaino di polvere di zenzero, oppure mangiare lo Zenzero Candito, o ancora preparare un decotto di radice, filtrando prima di bere.

Soltanto negli ultimi anni lo zenzero ha iniziato ad affacciarsi nella cucina occidentale e oggi viene utilizzato molto anche in Europa, dove oltre alle virtù note, è considerato molto gradevole al gusto, dona freschezza e rende particolari i dolci, come i biscotti natalizi Pan di zenzero, la bevanda Ginger, è un ingrediente del curry e viene consumato in molte ricette curiose, per aromatizzare zuppe, pesce, verdure e aperitivi.

Lo zenzero scioglie i grassi, possiede un effetto termogenico, ossia produce calore e fa bruciare calorie. Ciò lo rende adatto per chi vuol dimagrire, purché usato nell’ambito di una dieta equilibrata, sembrerebbe utile masticare un pezzettino di radice fresca di zenzero più volte al giorno prima dei pasti.

Francesca Perego
Naturopata Insieme per la Terra

Pubblicità

Informazioni su Mauro Cappuccio

Segretario Generale
Insieme per la Terra

Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi