Gli agricoltori non si meritano di andare in pensione a 67 anni

Pensatela come volete ma noi riteniamo che gli agricoltori e i pescatori non si meritino di andare in pensione a 67 anni, o peggio a 70. Sicuramente starete pensando che vogliamo difendere degli interessi di parte ma, se anche fosse, riteniamo folle pensare che la dura vita dei campi e in mare possa essere trattata con tanta leggerezza. Non esistono ferie, non esistono orari certi, non esistono feste; condizioni di vita quotidiana assolutamente diverse da quelle percepite dalla comoda scrivania dei nostri politici.
Ieri l’incontro con il Governo per esclusione dall’aumento dell’età pensionabile dei lavoratori che svolgono mansioni gravose ed usuranti; presenti le solite sindacali CGIL, CISL, UIL ma non quelle agricole. Che fine hanno fatto la Coldiretti, la Confagricoltura e la Cia? E’ un argomento che non considerano degno di nota o addirittura non interessa? I nostri agricoltori e i nostri pescatori oramai sono stati lasciati soli, ne abbiamo finalmente le prove cartacee e video.
Sinceramente ci sentiamo presi in giro. E voi?

Dr. Nicola Gozzoli
Presidente Insieme per la Terra

Pubblicità

Taggato , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi